Jappeloup

La pellicola verrà proiettata in Italia nel 2013
Tutti in sala, nel 2013, per assistere a un pezzo di storia equestre firmata da un personaggio indimenticabile: Jappeluop de Luze, un piccolo selle francais morello alto 1 metro e 58 al garrese, che infiammò le tribune di tutto il mondo, sotto la sella del cavaliere transalpino Pierre Durand.

Il titolo del film è, per l’appunto, “Jappeloup”. La regia di Christian Duguay.

Nato nel 1975 da uno stallone trotter di nome Tyrol e della purosangue Venerable, finì sotto la sella di Durand all’età di 5 anni. All’inizio il binomio fece fatica a formarsi: Durand era giovane e inesperto e Jappeloup indisciplinato ed estroso , ma già due anni più tardi, nel 1982, il binomio fu incoronato campione di Francia e per loro si aprono le porte di una carriera internazionale, fino alla medaglia d’oro olimpica ai Giochi di Seoul, nel 1988.

E’ la storia di un trionfo passato per anni di sacrifici, speranze, delusioni e frustrazioni. E’ la storia di un cavallo diventato leggenda grazie all’abilità e alla paziente passione di Pierre Durand. E’ la storia di un cavaliere che più volte ha pensato di rinunciare, ma abbracciato dall’amore del padre e della moglie, ha deciso di non mollare: ha guardato in faccia il sogno e lo ha rincorso con tutto se stesso.

Facebook